Il nome non è nuovo, in casa Jeep. Ma per il resto, con la nuova Suv Compass, si è decisamente voltato pagina. A vederla, la nuova generazione sembra il clone, un po’ più in piccolo, della sorella maggiore Grand Cherokee: ecco, quindi, in bella mostra forme piene, solide, con la calandra a sette feritoie, diventata, ormai, un marchio di fabbrica. Però, qui, la taglia è compatta, più gestibile anche nell’uso normale cittadino: parliamo, infatti, di un corpo vettura che resta di un filo al di sotto dei 4 metri e 40 centimetri. Rialzata da terra più di altre concorrenti del segmento C (e con differenze apprezzabili tra le versioni a trazione anteriore, a quattro ruote motrici e la più fuoristradistica Trailhawk), la Compass offre una versatilità notevole: si comporta bene dall’offroad all’autostrada. E ha buone doti dinamiche pure nei percorsi misti.